Come scegliere il proprio tappetino

Il tappetino da yoga è molto di più di una semplice stuoia che stendiamo a terra per praticare. E’ il compagno di viaggio con il quale condividiamo le meravigliose scoperte yogiche, sul quale riversiamo emozioni e sudore.

Per questo motivo la sua scelta non può limitarsi al colore più bello, o al prezzo più conveniente.
Il tappetino deve sostenerci nell’esecuzione degli asana, da quelli più semplici alle posizioni avanzate, e deve essere un supporto comodo, resistente e confortevole.

Non esiste un tappetino yoga migliore di un altro, ma esiste il tappetino più adatto alla tua pratica, al tuo modo di praticare o, meglio ancora, alle tue esigenze!

Come scegliere il tappetino

Partiamo dallo SPESSORE

Da 1,5 mm a 3 mm
Questo è lo spessore più sottile per un tappetino, e in genere questi spessori identificano i tappetini da viaggio, poiché sono poco ingombranti, leggeri, e a volte anche facilmente piegabili, come se fossero una salvietta.
Un tappetino da viaggio è molto comodo, per esempio, dal punto di vista igienico, in quanto lo si può stendere sopra ai classici tappetini che vengono forniti in palestra, nei centri yoga o quando si partecipa ad un evento, una vacanza o un corso di approfondimento.

Dai 3 ai 4 mm
Questo spessore è quello più diffuso, in quanto garantisce un buon rapporto tra peso-spessore, diventando facilmente trasportabile. E’ il tappetino da portare in palestra, o da tenere in casa steso nell’angolo o nella stanza yoga.

Dai 5 ai 6 mm
I tappetini di questo spessore sono indicati specialmente per chi ha le articolazioni particolarmente sensibili, oppure ha subito operazioni ed infortuni alle ginocchia.

Cercate di non andare oltre i 6 mm perché dopo ne va della stabilità soprattutto per le posizioni di equilibrio, si rischia di perdere concentrazione e radicamento.

MATERIALE

Altro fattore importante da tenere in considerazione, preferibile che sia anallergico ed ecologico.

In commercio ce ne sono di differenti tipologie, le più diffuse:

  • PVC: il materiale più diffuso che presenta un buon rapporto qualità/prezzo è il PVC, Cloruro di Polivinile. Prezzo accessibile, durata nel tempo, resistenza e buona aderenza alla superficie ma un po’ meno al corpo in presenza di sudorazione eccessiva.
    Nota dolente, non si tratta di un materiale ecosostenibile, smaltimento e produzione sono alquanto inquinanti.
  • TPE: acronimo per Termo Polimeri Espansi, materiale privo di PVC e Lattice. Si tratta di un materiale altamente ecosostenibile, assolutamente inodore a differenza del lattice o della gomma naturale, ipoallergenico, biodegradabile, riciclabile, resistente nel tempo, perfettamente lavabile ma, in caso di eccessiva sudorazione, anche quest’ultimo potrebbe compromettere lievemente la stabilità.
  • FIBRE NATURALI: Tappetini in Tela juta, Sughero, Bamboo o Canapa, sono indubbiamente Fibre naturali, non creano impatto negativo sull’ambiente ma decisamente dai costi ancora troppo elevati e non facilmente reperibili se non in rete.
  • GOMMA NATURALE: I tappetini in Gomma Naturale, privi di PVC, hanno il vantaggio di una buona aderenza e traspirazione ad un costo lievemente maggiore rispetto ai primi, pur restando in una fascia di prezzo abbastanza accessibile. Un tappetino in Cotone Bio è il massimo per traspirazione ma non per aderenza e stabilità.
DIMENSIONI:

La lunghezza standard si aggira attorno ai 180 cm, ma sempre più aziende propongono una misura XL che arriva fino a 200 cm.

La larghezza standard invece è circa 60 cm, ma anche in questo caso in commercio se ne possono trovare di più larghi.

PREZZO:

Per quanto riguarda il prezzo, dovete rapportarlo alla vostra pratica, più tempo praticherai e più il tappetino dovrà supportarti. Magari prova a pensarlo come un investimento spalmato su anni di pratica e non sembrerà più un prezzo così esagerato.

I miei preferiti e testati:

ELEMENT GROW

materiale: gomma naturale
spessore: 4 mm
dimensioni: 65 x 185 cm  – versione XL 65 x 200 cm
peso:  1800 grammi  – versione XL 2100 grammi

Per me questo tappetino è il migliore in assoluto, mi trovo benissimo a praticare qui sopra soprattutto le pratiche dinamiche come l’ashtanga, il rocket e il vinyasa yoga!
Per me è il mio tappetino!
Qui trovi la pagina dove acquistarlo!

ENERGY

materiale: gomma naturale sotto e microfibra sopra che assorbe il sudore e si asciuga velocemente, garantendo un’aderenza eccezionale sul bagnato. 
spessore: 4 mm
dimensioni: 65 x 185 cm
peso:  2400 grammi

Questo tappetino rende molto per chi suda tanto durante la pratica dinamica. consiglio di inumidire il tappetino a inizio lezione e sconsiglio l’uso a chi non raggiunge un buon livello di sudorazione durante la pratica.
Per chi ha questa esigenza è super, tra i miei allievi è stato una salvezza acquistarlo!
Qui trovi la pagina dove acquistarlo!

EKO® SUPERLITE TRAVEL YOGA MAT

materiale: gomma naturale
spessore: 1,5 mm
dimensioni: 180cm x 61cm
peso:  1 kg

Questo è il mio tappetino preferito da viaggio, la texiture per la pratica, se non sudi troppo, è antiscivolo. Col tempo perde la sua capacità antiscivolo ma è indistruttibile (detto da me che distruggo ogni cosa è una garanzia).
Il mio consiglio è però di usarlo solo in viaggio perché è comunque sottile per la pratica!
Qui trovi la pagina dove acquistarlo!

TAPPETINO IN PU

materiale: gomma naturale e uno stato in PU (poliuretano)
spessore: 5 mm
dimensioni: 183×68 cm
peso:  3 kg

Questo tappetino è utilizzabile per tutti gli stili di yoga dai più dinamici a quelli più meditativi. La gomma naturale assicura la massima stabilità e aderenza al pavimento durante la pratica. Il poliuretano garantisce un’ottima presa anche in condizioni di umidità o presenza di sudore, ma meno rispetto alla microfibra.
Qui trovi la pagina dove acquistarlo!

TAPPETINO IN MICROFIBRA

materiale: gomma naturale e microfibra
spessore: 4 mm
dimensioni: 183×68 cm
peso:  2,5 kg

Questo è una valida alternativa al tappetino energy. Trovi molte fantasia sui tappetini in microfibra se non ti piacciono hai addirittura 2 siti!
Qui trovi la pagina dove acquistarlo!

Ovviamente anche il primo prezzo della Decathlon per partire può andare bene; ma se intendi proseguire con la pratica il mio consiglio è fare un piccolo investimento per il tuo compagno di viaggio fidato!

Non mi resta che augurarti
buon tappetino!

Potrebbe interessarti anche

Interessante?

Sperando che quanto hai letto sia di tuo interesse, ti chiedo di fissare una consulenza gratuita di 15 minuti per conoscerci, ascoltare i tuoi bisogni e desideri, e capire come posso aiutarti al meglio nel tuo percorso.
Puoi prenotarla cliccando qui.

Articoli Recenti

Pratiche di GENTILEZZA
08/11/2021
Ritiri Yoga e Vela Autunno 2021
17/10/2021
Dirgha pranayama
28/07/2021